Loading

Pinot Nero

Abbiamo parlato di autoctoni fino ad ora, e che centra il Pinot Nero? Analizzando il territorio di Prepotto è da considerarsi proprio un autoctono anzi L’ Autoctono. Clima, temperature basse, piovoisità buona, clima ventilato sempre, sono le aspettative per produrre un grande Pinot Nero ma se avesimo anche la scritta Francia sarebbe la quadratura del cerchio, ma abbiamo Prepotto ed il risultato è pressochè sbalorditivo. Anche qui pochi grappoli per ceppo racchiudono il segreto della qualità qi questo vino, solo sapiente mani e il territorio spiccano in questa bottiglia. La chimica ed il caso non vengono nemmeno considerati. Questo stile borgognone nella bottiglia emerge, questo lampone molto maturo e le rose sbocciamo proprio nel bicchiere, ma la piacevolezza della riduzione a Pinot Nero ‘Stile’ è molto accattivante e non perde nel bicchiere dopo la mescita, bensì i terziari evolvono persino a bicchiere vuoto. Tutto si completa con un’affinamenteo sulle fecce fini per 18 mesi. Dopo questo escursus posso dire e constatare la similitudide di questo autoctono ad un altro trattato in precedenza, lo Schioppettino, stile intrigante ed eleganza con tennini vellutati e non ruffiani sono i punti in comune di questi due “autoctoni”.

Tipo: Rosso Secco

Numero medio delle bottiglie prodotte: 1500 bott

Zona e comune di produzione: Colli Orientali del Friuli - Prepotto – Udine

Uva: Pinot Nero

Esposizione Vigneto: Sud-Est

Sistema d’allevamento: Guyot e cordone bilaterale

Densità d’impianto: 4000 Piante/Ha

Età media delle viti in produzione: 20 anni

Resa uva per ettaro: 50q/Ha

Epoca delle vendemmie: Settembre

Materiali e vasche di fermentazione: Acciaio inox

Durata della fermentazione: 8-10 Giorni

Fermentazioni: Su lieviti indigeni, in Barriques

Fermentazione mallolattica: Svolta totalmente

Tipo di legno e capacità dei fusti: Rovere Allier da 225 Lt di cui il 20% nuovo ed il resto di 2°e 3° vino

Durata affinamento pre-imbottigliamento: 23 mesi

Periodo di affinamento in bottiglia: 3 mesi